Password rubate: un problema attuale

News FirstER

Che il furto di password sia passato nel primo semestre 2019 da 600 mila casi a 940 mila rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, ha fatto impennare anche la casistica in cui le mail dei clienti vengono utilizzate per disporre bonifici fraudolenti.

Raccomandiamo (vedi il nostro ultimo numero di Firster Informa) la massima attenzione nel raccogliere disposizioni di bonifico per mail, prassi spesso vietata dagli stessi istituti di credito, per non incappare in truffe che, nella maggior parte dei casi, vengono attribuite alla responsabilità del collega bancario.

Buona lettura.

 

 

Seguici su Facebook

Ultimi tweet da @First_Cisl_E_R

Piattaforma

performare